By Menno Schilthuizen

Show description

Read or Download Anche le coccinelle nel loro piccolo... Organi sessuali ed evoluzione PDF

Best italian_1 books

Eva nera

"Questo libro nasce da un dubbio: il sospetto di un'assenza, [. .] o anche solo di un'omissione. " Comincia così "Eva nera", con l. a. denuncia velata che nella complessa ricostruzione dell'evoluzione umana sia stata trascurata los angeles protagonista degli eventi che hanno strappato il genere umano all'"animalità, according to spingerci sul faticoso e rischioso cammino della civiltà": l. a. Donna, l. a. femmina della specie.

Additional info for Anche le coccinelle nel loro piccolo... Organi sessuali ed evoluzione

Sample text

Questa struttura somiglia più a un vecchio orologio esploso che a una siringa, anche se una comune siringa basterebbe, se dovesse semplicemente limitarsi a iniettare spermatozoi nel corpo della femmina. Eberhard poi ha notato che nessuna parte del corpo nel Regno animale evolve con la stessa velocità dei genitali. Per Eberhard gli organi riproduttivi degli animali sono soggetti a una selezione sessuale continua, intensa e multidirezionale, che include anche la scoperta compiuta da Waage, ma non si limita certo a quella.

Menno Schilthuizen (1965), ecologo e biologo evoluzionista, lavora come ricercatore permanente presso il Naturalis Biodiversity Center di Leida e insegna Evoluzione e Biodiversità presso l’Università di Leida, in Olanda. Oltre che di un’ampia produzione scientifica, Schilthuizen è autore di due libri divulgativi: Frogs, Flies and Dandelions. The Making of Species (2002) e The Loom of Life. Unravelling Ecosystems (2008). Anche le coccinelle nel loro piccolo... è il suo primo libro tradotto in italiano.

Tutte queste caratteristiche sono state modellate dalla selezione naturale, imposta dalle necessità fondamentali della vita: gli individui privi di questi organi non possono lasciare discendenti, è molto semplice. Se però i maschi di pernice hanno dorsi bruni, pelle rossa intorno agli occhi o strani ciuffi di penne sul collo, mentre le femmine ne sono prive, allora è probabile che questi caratteri sessuali secondari si siano evoluti per selezione sessuale. In questo caso, saremmo di fronte al risultato del maggiore successo riproduttivo di alcuni maschi, provvisti rispetto ai rivali di quelle ornamentazioni più appariscenti nella lotta per conquistare le femmine.

Download PDF sample

Rated 4.77 of 5 – based on 42 votes